pd-urne

Penso che questo non sia più il tempo per le domande e così, questa volta, inizio con una risposta:

«Sì, mi candiderò alle primarie del centrosinistra che si terranno tra una settimana (il 10 marzo per intenderci)».

E si tratta di un «» deciso, convinto e coerente.

Deciso, perché ho risposto alla richiesta del Partito democratico, il mio partito, che si è assunto la responsabilità di guidare un processo che si tradurrà, per la città di Caserta, nell’individuazione di un candidato sindaco credibile e in grado di governare la città rompendo con gli schemi del passato.

Convinto, perché non mi ha mai abbandonato la voglia di cambiare Caserta e ho continuato a lavorare con entusiasmo (e continuerò a farlo) per rendere sempre più ricco e condiviso il programma politico da presentare ai casertani.

Coerente, perché non ho mai avuto dubbi sull’utilità delle Primarie e l’ho dimostrato con i fatti, visto che ero pronto a farmi da parte se il percorso politico delle consultazioni non fosse stato trasparente.

Non potevamo dare la possibilità alla vecchia classe politica di riciclarsi partecipando, da non invitata, alla festa della democrazia.

Una richiesta che è stata condivisa e pienamente accolta dal commissario provinciale, il senatore Franco Mirabelli, che garantisce con la sua persona la trasparenza di questo percorso.

Con queste garanzie sono sicuro che ci aspetterà una settimana di confronto leale e franco che ci consentirà, dall’11 aprile, di scrivere insieme una nuova storia per la città di Caserta.

 

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someonePrint this page